Yamaha TDR 250: rianimazione

In questa sezione, ogni post seguira’ l’evolversi della costruzione di un progetto, si possono inserire foto o dettagli del proprio lavoro e discuterne assieme.

Yamaha TDR 250: rianimazione

Messaggioda arkaiko » 20 gen 2019, 12:31

Pace e bene a tutti.
Come già accennato di striscio in altre discussioni non ho resistito alla tentazione di caricarmi un altro lavoro sulla schiena.
Il mio fratellone mi ha affidato la sua TDR 250, ferma da 8 anni, con l'intento di riuscire - non a restaurarla e revisionarla completamente, non saprei proprio farlo (bene...) - ma almeno avviarla e sentire di nuovo il canto cristallino del bicilindrico, così da poterla (ahimè) vendere ad un prezzo più consono.
Per il momento sono arrivato alla rimozione di un carburatore.
Immagine
Immagine
Immagine
Ci sono 2 versioni di TDR, 240 per il mercato francese e 250 per tutti gli altri. Questa è una 240, ma devo verificare che getti monta (erano diversi) prima di ordinare i kit di revisione dei carbi.
A proposito di carburatori...ma quanto sono complicati???? 8O 8O 8O Sono collegati al circuito di raffreddamento...un caXino torrido! Tant'è che non li smonto completamente, li revisionerò lasciandoli collegati.
Nonostante la parentela con l'amata RD sia evidentissima, questa è parecchio più complicata da metterci le mani sopra. O forse è l'RD a essere particolarmente semplice...boh...
Chiedo un opinione agli esperti: la ruota anteriore è evidentemente frenata da qualcosa. Con calma cercherò di smontare la pinza freno per vedere se è colpa sua, ma secondo voi gli anni di immobilità possono avere indurito i cuscinetti oppure il comando contakm?
Bene, per adesso è tutto, vi documenterò i progressi... :vichingo:
Ciao a tutti!!
...per gli amici, Personaggio Fiabesco.
In rod we trust!
Big Bore is not boring!
Avatar utente
arkaiko
Fresa e tornio
Fresa e tornio
 
Messaggi: 1204
Iscritto il: 06 ott 2013, 20:42
Località: trieste

Re: Yamaha TDR 250: rianimazione

Messaggioda Ax-racing » 20 gen 2019, 18:29

molto probabilmente lgi anni di fermo hanno bloccato la pinza o la pompa freno per cui le pastiglie rimangono serrate sul disco
Alex
Immagine
Avatar utente
Ax-racing
Site Admin
Site Admin
 
Messaggi: 9498
Iscritto il: 09 feb 2007, 12:44
Località: Carpi (MO)

Re: Yamaha TDR 250: rianimazione

Messaggioda arkaiko » 20 gen 2019, 21:06

Grazie, io in questo caso sto andando più a naso del solito: consiglio prezioso e verificheremo appena possibile.
Intanto c'è già qualche aggiornamento: ho dato un occhiata alle vaschette e frattaglie connesse. Sporco si, ma pensavo peggio. Curiosa l'asimmetria della zozzeria nei getti del massimo: uno era pulito, l'altro incrostato. Filo di ferro, petrolio e pazienza l'hanno ripulito alla perfezione, adesso in controluce sono perfettamente lucidi (dentro... :lol: ) entrambi.
Cominciamo con un (meritato) primo piano del protagonista:

Immagine

La vaschetta post pulizia: anche se è un filo giallina dentro, non ci sono più incrostazioni nè morchie e tutti i passaggi sono liberi (10 bar fanno miracoli)

Immagine

Il filtro dell'aria c'è ancora, sorprendentemente. Però si è decomposto in una pappa spugnosa, le depressioni sono i segni delle mie dita: volevo vedere in che condizioni era. Pappa, appunto, e vedremo in che condizioni se ne verrà via - e quanta fatica farò a pulire...

Immagine

Qui invece 2 collettori nuovi di zecca: avere 30 anni e non sentirli... :ridere7.gif: sembrano nuovi, perfettamente elastici, morbidi e privi di qualsiasi segno. 'Sti Jappi....

Immagine

Prossimamente ordinerò da Yambits qualcosina, il filtro aria di sicuro; invece viste le condizioni di tutti i componenti delicati dei carburatori - tutto perfetto - lascerei stare i kit carburatori. La prova del nove arriverà fra una/due settimane...
...per gli amici, Personaggio Fiabesco.
In rod we trust!
Big Bore is not boring!
Avatar utente
arkaiko
Fresa e tornio
Fresa e tornio
 
Messaggi: 1204
Iscritto il: 06 ott 2013, 20:42
Località: trieste

Re: Yamaha TDR 250: rianimazione

Messaggioda alex500 » 20 gen 2019, 21:11

Ciao arka,,, ma come la sistemi per venderla??? Non sarai mica :matto2:
alex500
Pulitore di cupolini
 
Messaggi: 50
Iscritto il: 18 giu 2017, 13:37
Località: Castelfrancoveneto

Re: Yamaha TDR 250: rianimazione

Messaggioda arkaiko » 21 gen 2019, 20:07

Il problema è proprio quello: fossi un po' più matto....
Già l'rd la uso poco, non posso tenere 2 moto per il gusto di guardarle. E poi il budget per gli hobby è già esaurito (per qualche anno almeno...). Qùesta volta devo proprio ascoltare la ragione, e mettere a tacere il cuore. Anche perché altrimenti la moglie me lo strappa coi denti, il cuore.... 8O :lol:
...per gli amici, Personaggio Fiabesco.
In rod we trust!
Big Bore is not boring!
Avatar utente
arkaiko
Fresa e tornio
Fresa e tornio
 
Messaggi: 1204
Iscritto il: 06 ott 2013, 20:42
Località: trieste

Re: Yamaha TDR 250: rianimazione

Messaggioda Alluminio » 24 gen 2019, 18:15

arkaiko ha scritto:zipp... Filo di ferro, petrolio e pazienza l'hanno ripulito alla perfezione, adesso in controluce sono perfettamente lucidi.

Non sono daccordo con la parte in rosso, i getti non andrebbero mai puliti con oggetti che ne modificano il profilo e quindi il passaggio benzina.
Oltre la targa si vede dai barattoli del caffe' che sei di Trieste... :)
Alluminio
Pulitore di cupolini
 
Messaggi: 120
Iscritto il: 31 mag 2011, 15:50

Re: Yamaha TDR 250: rianimazione

Messaggioda arkaiko » 24 gen 2019, 19:11

Il procedimento scelto è stato accuratamente ponderato ( .... :ridere7.gif: ). Ho usato il filo di ferro solo in senso assiale, a mano libera, senza farlo girare, e con abbondante lubrificante (petrolio). Per non graffiare niente, dopo averlo tagliato l'ho limato all'estremità fino a ricavare una punta arrotondata. Spero che l'ottone abbia retto senza danni. Inoltre, lo scopo è riuscire a far partire il motore per dimostrare che è strutturalmente sano: ma dopo 8 anni di sosta chi se la prende sarà sicuramente consigliato di revisionare i carburatori. Le guarnizioni delle vaschette erano decenti, ma io le cambierei se pensassi di usarla. Altrettanto spilli galleggiante, bussole degli spilli...c'è diversa roba da fare, senza alcun dubbio. Per dirla in breve: se il getto da 200 è diventato 205, poco male, va sostituito comunque...
Oltre che dalla targa e dal caffè anche dai giornali che uso di solito..."Il Piccolo" con me incontra il suo destino finale... :unzione.gif:
Quando rimetto in strada l'rd, in primavera, ti mando un mp, così vediamo se combiniamo un giretto fumoso.
...per gli amici, Personaggio Fiabesco.
In rod we trust!
Big Bore is not boring!
Avatar utente
arkaiko
Fresa e tornio
Fresa e tornio
 
Messaggi: 1204
Iscritto il: 06 ott 2013, 20:42
Località: trieste

Re: Yamaha TDR 250: rianimazione

Messaggioda prontolino » 25 gen 2019, 16:18

così vediamo se combiniamo un giretto fumoso.


:ridere7.gif: :ridere7.gif: occhio che Nevio viene con il Motom.....
Avatar utente
prontolino
Sognatore
Sognatore
 
Messaggi: 7780
Iscritto il: 20 feb 2007, 09:57
Località: Spiaggia di Velluto

Re: Yamaha TDR 250: rianimazione

Messaggioda arkaiko » 16 feb 2019, 20:56

prontolino ha scritto:
così vediamo se combiniamo un giretto fumoso.


:ridere7.gif: :ridere7.gif: occhio che Nevio viene con il Motom.....

Nessun problema, vengo col Vespino e ci divertiamo come matti!
Piccoli aggiornamenti, ho montato il filtro aria nuovo e mandato a sturare i getti del minimo (intasati completamente). Appena sono pronti (alesatore per getti...) rimonto i carb e faccio un lavaggio con benzina nuova.
Due fotine per un lavoro ben riuscito: si era rotto un attacco al telaio di un fianchetto. Seguemdo le istruzioni del Grande Mao (acetone) e un tutorial trovato su youtube, ho incollato il pezzo e rinforzato con fili di rame, annegati nella plastica usando lo stagnatore:

Immagine

Immagine

Funziona piuttosto bene e non è difficile, mano ferma e attenzione, il saldatore scalda il rame che scioglie leggermente la plastica, e spingendo leggermente con la punta del saldatore si fanno affondare nella plastica.
E quindi...grazie Mao!
...per gli amici, Personaggio Fiabesco.
In rod we trust!
Big Bore is not boring!
Avatar utente
arkaiko
Fresa e tornio
Fresa e tornio
 
Messaggi: 1204
Iscritto il: 06 ott 2013, 20:42
Località: trieste

Re: Yamaha TDR 250: rianimazione

Messaggioda arkaiko » 16 mar 2019, 21:45

In previsione del momento in cui dovrò dare 2 quintilioni di calci per farla partire, ho dato sfogo alla mia pigrizia...pardon, creatività:

Immagine

un mozzetto da montare sul trapano, da ingaggiare al volano per avere un comodo avviamento elettrico (funziona, il trapano da 490w ha abbastanza coppia da farlo girare allegramente). I tre perni in questa foto sono provvisori, dopo li ho allungati di 10 mm (si, sono proprio viti da 8mm).
E adesso le cattive notizie:

Immagine

da questo brutto sfiato cattivo e maligno esce una fontanella di benzina. Immagino che la causa sia la solita, lo spillo del galleggiante. Da cambiare. Non l'ho fatto perchè sembrava a posto. Per la verità, per la quantità di carburante che esce penserei che si sia bloccato aperto, più che "semplicemente" perda.
Usciva pure un pò di benza dai tubetti collegati al troppo pieno di entrambi i carburatori, ma da questo ne usciva davvero tanta.
Spilli e bussolotti nuovi e controllo che il galleggiante sia libero di muoversi, immagino....
Ovviamente, se qualcuno conosce bene i Mikuni tm e ha qualche suggerimento, sono tutt'orecchi.... :oops:
C'è anche una buona notizia, il rubinetto a depressione funziona perfettamente e ogni calcio sul kick starter ne causa l'apertura; quindi anche le lamelle si aprono altrimenti non penso ci sarebbe depressione di sorta. Oltre alla mia... :piangere2.gif:
...per gli amici, Personaggio Fiabesco.
In rod we trust!
Big Bore is not boring!
Avatar utente
arkaiko
Fresa e tornio
Fresa e tornio
 
Messaggi: 1204
Iscritto il: 06 ott 2013, 20:42
Località: trieste

Prossimo

Torna a La Costruzione

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti



Google PageRank Checker



free counters