Arte fusoria

In questo spazio vorrei vedere immagini e descrizioni delle attrezzature di cui disponete
Dal cacciavite alle macchine utensili piu’ complesse.

Arte fusoria

Messaggioda Ax-racing » 18 nov 2017, 22:10

Buonasera.

stavo leggendo una interessante discussione sul gruppo 2T special su facebook

in un post di una modellazione 3D di un cilindro ha risposto una tizio ungherese
descrivendo un modo a suo dire semplice per fondere oggetti complessi.

a suo modo di dire stampa il cilindro con una stampante 3D con del volgarissimo pla cinese
dopodiche' lo "mette" nel "silicato" e poi lo brucia e poi cola dentro l'alluminio, come con la cera

il processo non e' ancora molto chiaro, un po' perche' ha dato descrizioni estremamente ermetiche
ed un po' perche' il suo inglese non e' molto chiaro (abbiam fatto domande specifiche, aspettiamo commenti)

ora, da quel che ho capito, utilizza lo stampato 3d immerso nel "silicato" che immagino sia sabbia da fonderia
non ho capito bene il passaggio della bruciatura, ovvero si brucia via il modello in pla prima di colare oppure
se e' la colata stessa che brucia via la plastica.

dubbi, domande e perplessita':

ritiri del metallo, facilmente risolvibili stampando il pezzo in 3d maggiorato di un 1.7%
composizione e natura di quello che chiama "silicato"
come consolida il silicato prima delle fusione
bruciatura del modello (?)
fusione vera e propria, se e' questa che brucia il modello, non rimangono impurita' nel getto ?

vi allego qualche foto postata dall'ungherese, mi interesserebbe approfondire la cosa
Nevio (alluminio) in primis, ma anche tutti gli altri che abbiano esperienza di fusione, che ne pensate ?

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine
Alex
Immagine
Avatar utente
Ax-racing
Site Admin
Site Admin
 
Messaggi: 9726
Iscritto il: 09 feb 2007, 11:44
Località: Carpi (MO)

Re: Arte fusoria

Messaggioda Alluminio » 20 nov 2017, 17:56

Se lui l’ha fatto, si può fare… ;)
Inizio con una critica vedendo le foto del pezzo finito (che e' diverso dalle stampate 3D), i bordi del cilindro sotto, l'uscita dello scarico sono tutti arrotondati e non idonei alla (quasi) pronta installazione che si intuisce dai modelli 3D, se la qualita' è questa, bisogna calcolare idonee maggiorazioni (sovrametalli) per creare i piani di appoggio testa/base/
scarico.

Io ho usato il silicato di sodio per consolidare le anime in sabbia di travasi/scarico/canna nella mia realizzazione di un cilindro “home made” poi fallita/sospesa in attesa di nuovi stimoli.
L’uso è abbastanza semplice se si seguono poche regole basilari:

Usare sabbia da fonderia dedicata, io l’ho presa con granulometria di 0,3 mm., ho provato anche con sabbia di fiume, sabbia quarzifera e per sabbiatrice, solo la prima ha la “permeabilità’” adatta a far passare il gas che catalizza il silicato.
Il silicato di sodio si trova in agraria, serve come trattamento invernale (miscelato ad acqua) per le piante da frutto, è detto anche “vetro liquido”.
https://www.ebay.it/itm/SILICATO-DI-SOD ... XQTgZRApbW

Amalgamare il silicato (sembra un gel) alla sabbia nella percentuale del 6% circa, io ho provato percentuali dal 4 al 10% con analoghi risultati, mescolare fino a quando la sabbia è tutta amalgamata e poi versare/pressare nello stampo (quando io facevo i travasi) o ricoprire il modello nel caso del cilindro ungherese.
Il segreto per far indurire la sabbia e farla attraversare da gas CO2, quello contenuto nelle bombole antincendio, o per saldatura a filo, o per acquari, basta anche inserire il modello del cilindro in un sacchetto e gonfiarlo con CO2, dopo pochi minuti la sabbia è abbastanza dura da essere manipolata, ha quasi la durezza del gesso.

I problemi (secondo me) iniziano con la “bruciatura” del modello in PLA, tutte le combustioni lasciano dei residui che devono essere eliminati/tolti dalle cavità createsi pena l’inclusione nel metallo o la rovina della superfice del cilindro.
Penso all’interno travasi, ai passaggi acqua che sono piccoli, li è difficile arrivarci per togliere eventuali residui.

Per il resto, la costruzione sembra utilizzi la tecnica della cera persa, sostituendo il PLA alla cera, e l’agglomerato sabbia/silicato al posto della “pappetta” di ceramica con cui viene ricoperta la cera.
Su Youtube ci sono molti esempi di fusione in cera persa o anche con modello in polistirolo/polistirene che ha una tecnica simile

Come dicevo la tecnica sembra interessante, non solo per i cilindri che hanno un disegno "complicato" con tutte quelle cavità, pensavo che potrebbe essere una tecnica interessante per realizzare i tuoi colettori di aspirazione (V4) adeguandoli nel sovrametallo per rifinirli poi.
Un paio di foto di anime in sabbia + silicato.

Immagine

Immagine
Ciao.
Alluminio
Pulitore di cupolini
 
Messaggi: 124
Iscritto il: 31 mag 2011, 14:50

Re: Arte fusoria

Messaggioda Ax-racing » 20 nov 2017, 20:45

una miglioria potrebbe essere quella di stampare il modello con filamento idrosolubile

a questo punto non serve piu bruciare il modello (e trovarsi poi i residui) ma basta lavare via tutto con acqua fredda o calda
il silicato che fa' con l'acqua ? annega ?
Alex
Immagine
Avatar utente
Ax-racing
Site Admin
Site Admin
 
Messaggi: 9726
Iscritto il: 09 feb 2007, 11:44
Località: Carpi (MO)

Re: Arte fusoria

Messaggioda Alluminio » 21 nov 2017, 12:58

Non ho idea se "anneghi", non ho mai messo anime in acqua, visto che e' solubile penso ne esca qualche problema...
Sarebbe interessante creare il modello in cera, magari e' possibile modificare una stampante 3D ed usare la cera invece della plastica, la tecnica della cera persa permette dettagli identici agli originali, il tipo non ha inviato/postato foto di una fusione ben riuscita e presa da diverse angolazioni?
Forse alla fine ce l'ha fatta...
Ciao.
Alluminio
Pulitore di cupolini
 
Messaggi: 124
Iscritto il: 31 mag 2011, 14:50

Re: Arte fusoria

Messaggioda prontolino » 23 nov 2017, 21:31

Partirei con il premettere che non ho l'esperienza di Nevio riguardo le fuzioni, ma ho solo quella teorica data da tanti visdeo i gente che si è fatta pezzi di macchinari, parti di oblò per imbarcazioni... ecc ecc
Diciamo che il risultato non mi sembra particolarmente bello (almeno dalle foto che ha messo)

Io invece partirei da un altro discorso..... se si ha un disegno in 3D, farsi stampare direttamente le sabbie e a quel punto si realizza la colata.
Un membro del forum che si fa i cilindri.... mi ha detto e spiegata questa tecnica e mi sembra la via più veloce per ottenere il risultato richiesto.
Indubbiamente devi far fare ad altri il lavoro e i costi possono un pi lievitare, ma credo che l'unicità del pezzo progettato può rendere accettabile la cosa.

Alex, in merito al discorso della cera persa, nulla vieta di fondere la tecnica della stampata in 3D con materiale idrosolubile con quello della cera semplicemente stampando l'esterno e quindi poi colarci dentro la cera che non ha nessun problema con l'acqua... poi liberarla dall'esterno e inserirla nelle sabbie e quindi passare alla fusione vera e propria.
Avatar utente
prontolino
Sognatore
Sognatore
 
Messaggi: 7902
Iscritto il: 20 feb 2007, 08:57
Località: Spiaggia di Velluto

Re: Arte fusoria

Messaggioda Alluminio » 24 nov 2017, 14:02

prontolino ha scritto: nulla vieta di fondere la tecnica della stampata in 3D con materiale idrosolubile con quello della cera semplicemente stampando l'esterno e quindi poi colarci dentro la cera che non ha nessun problema con l'acqua... poi liberarla dall'esterno e inserirla nelle sabbie e quindi passare alla fusione vera e propria.

Bravo Prontolino, questa non l'avevo pensata... :)
Alluminio
Pulitore di cupolini
 
Messaggi: 124
Iscritto il: 31 mag 2011, 14:50

Re: Arte fusoria

Messaggioda Ax-racing » 24 nov 2017, 16:03

buona idea
in questo modo il miodello del modello realizzato in stampa 3D dovrebbe essere anche piu leggero e meno costoso in
termini di tempo stampa, dovendo solamente fungere da custodia per contenere la cera.

magari si sommano un po' gli errori

ma, domanda, avendo un cilindro realizzato in cera (questo esce dal metodo pensato dal prontolo)
poi il rivestimento col materiale refrattario, la sua essiccazione, rimozione della cera e colata definitiva con l'alluminio
e' roba "potabile" a livello costi oppure serve un mezzo mutuo come farsi prototipare direttamente le sabbie ?
Alex
Immagine
Avatar utente
Ax-racing
Site Admin
Site Admin
 
Messaggi: 9726
Iscritto il: 09 feb 2007, 11:44
Località: Carpi (MO)

Re: Arte fusoria

Messaggioda arkaiko » 24 nov 2017, 19:08

Mi inserisco nella discussione con tutta la mia ingenuità...
E' davvero possibile stampare in 3d le sabbie di fusione? per quel poco che capisco il procedimento non mi sembrerebbe compatibile con le caratteristiche della sabbia per fonderia (per quel che so e capisco, sintende...).
Oppure sarebbe possibile ricavare gli stampi in sabbia con una fresa cnc? partendo da un blocco di sabbia precompattata e indurita, basterebbe un dremel su un pantografo per scavarla...che ne dite? O è una boiata o è l'uovo di Colombo... :ridere7.gif:
ps: l'idea di Prontolino sulla stampa 3d idrosolubile+cera persa è davvero notevole.... 8O
...per gli amici, Personaggio Fiabesco.
In rod we trust!
Big Bore is not boring!
Avatar utente
arkaiko
Fresa e tornio
Fresa e tornio
 
Messaggi: 1392
Iscritto il: 06 ott 2013, 19:42
Località: trieste

Re: Arte fusoria

Messaggioda prontolino » 24 nov 2017, 21:19

Le sabbie in prototipizzazione rapida si fanno....
Quindi si stampa la sabbia direttamente in 3D
Avatar utente
prontolino
Sognatore
Sognatore
 
Messaggi: 7902
Iscritto il: 20 feb 2007, 08:57
Località: Spiaggia di Velluto

Re: Arte fusoria

Messaggioda arkaiko » 25 nov 2017, 14:02

prontolino ha scritto:Le sabbie in prototipizzazione rapida si fanno....
Quindi si stampa la sabbia direttamente in 3D

:limeco: la tecnologia mi ha sorpassato... :ridere7.gif: :ridere7.gif: :ridere7.gif:
...per gli amici, Personaggio Fiabesco.
In rod we trust!
Big Bore is not boring!
Avatar utente
arkaiko
Fresa e tornio
Fresa e tornio
 
Messaggi: 1392
Iscritto il: 06 ott 2013, 19:42
Località: trieste

Prossimo

Torna a I Nostri Strumenti di Lavoro

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite



Google PageRank Checker



free counters